Articoli & Recensioni

In questa pagina troverete l'elenco completo di tutti gli articoli e le nostre recensioni.

Racconti popolari toscani

di Lucia Pugliese
Note sull'autore »

 

Una piacevole raccolta di racconti che fanno parte del patrimonio letterario letterario-folcloristico toscano d’inizio Novecento in cui la fantasia popolare si intreccia con fatti realmente accaduti e con tratti mitologici e leggendari comuni anche ad altre culture. Attimi di bellezza inattesa in queste pagine dove “il bel parlar toscano” arricchisce di espressività la trama e i dialoghi che corrono leggeri in un tempo lontano ma ancora vivo.

 

 

Pistoia capitale italiana della cultura

di Maria Luisa Orlandini
Note sull'autore »

 

Pistoia, città attraversata da Medioevo, Rinascimento e Barocco, che non mancherà mai di sorprenderci per la ricchezza della sua Storia, dei suoi capolavori artistici e architettonici, del suo paesaggio a varie fogge, curato e rimasto integro come l’accogliente bellezza della sua Montagna. Forte delle sue tradizioni culturali, popolari e anche gastronomiche, della sua purezza linguistica e lessicale, della poesia estemporanea e dei suoi fenomeni, vanta numerosi primati e tanti celebri personaggi che la resero importante. Nel tempo e costantemente, con l’ingegno che ha sempre caratterizzato i suoi cittadini, Pistoia ha prosperato in tanti settori, commerciali e finanziari, nella tecnologia, nei sistemi sanitari, nelle attività ricreative, nella moda, nell’offerta didattico-culturale e nella lungimiranza dei suoi centri di potere. In questo libro, scritto con uno stile chiaro e piacevole potrete ‘sfogliare’ la sua grandezza.

 

 

L'ombra dell'ala

di Stefano Briccanti
Note sull'autore »

 

L’andamento poetico generale – come è proprio di quest’autore – è sostanzialmente gnomico, anche se colorato di un’ulcerazione esistenziale. Sorregge questi versi un costante ragionamento che a tratti si sofferma sulla vicenda personale e a tratti su brevi aperture cosmiche. È dunque un serrato diario poetico in cui il non vagheggiato ma previsto distacco dalle cose, domina e colora una poesia dotata di notevoli mezzi espressivi. E se il sé domina, la scena si allarga in ricordi trasparenze e richiami.

 

 

Lupi Mannari e Cavalieri Coraggiosi

di Alessandro Angiolini
Note sull'autore »

 

Un libro che appassiona, tiene alta la curiosità e la spinta a leggere, quasi di getto, pagine intriganti e che non mancano di tensione. Sono vivaci e spiritosi racconti di paese ma anche drammatiche storie di vita che affondano nel dramma della guerra, dell’oppressione e della violenza; intensi e toccanti offrono spunto a riflessioni umane e spingono ad indagare i tanti ‘misteri’ presenti nell’immaginario popolare e nelle leggende locali che si tramandano da secoli.
Un omaggio alla Valdichiana, terra bellissima, ricca di straordinarie bellezze paesaggistiche, di vicende storico-artistiche avvincenti, sospese tra mito e realtà, ben riportate nell’Introduzione di Maria Luisa Orlandini, con testimonianze di vita, anche tragiche.
Belle, originali e fortemente significative le illustrazioni di Silvia Ronsisvalle  e Maria Luisa Orlandini.

 

 

Animali ed entità magiche in Fiabe e Leggende Celtiche

di Maria Luisa Orlandini
Note sull'autore »

 

Piacerà ad un pubblico ampio questa preziosa selezione di fiabe, leggende e racconti popolari: fresca, vivace e originale, offre i brani meno sfruttati della tradizione letteraria celtica, non solo irlandesi e scozzesi, ma anche del Galles, della Cornovaglia, dei Borders e della Bretagna e ci parla piacevolmente di un popolo misterioso. Nodi, Intrecci celtici in questa affascinante cultura densa di richiami mitologici: costumi, credenze, storia, architetture, oggetti e reperti archeologici, lontane epopee e un ricco spirito immaginifico hanno dato vita a creature fiabesche.Fate, mostri e folletti, orribili lupi mannari, leggiadre sirene e corpulenti tritoni animano il folclore celtico che da secoli, accoglie le proverbiali burle di elfi beffardi e dispettosi, di dolci fate, di fate capricciose e vendicative, di animali parlanti impegnati in stupefacenti prodezze e prodigi. Un libro con tante belle illustrazioni, di fine capacità interpretativa e valida rappresentazione grafica, realizzate appositamente da noti illustratori e che accompagnano questa ricerca con attraente senso del magico.

 

 

Il vetro addosso

Piccole, amare storie jugoslave

di Srdjan Radivojevic - Prefazione di Adele Cilento - disegni di Eva Aullman
Note sull'autore »

 

Quattordici racconti ambientati in un paese che non esiste più, che ha cambiato nome, aspetto, confini, con una storia tra le più tormentate e più affascinanti d’Europa, una penisola che ha riunito per secoli popolazioni, lingue, religioni diverse in un’alternanza di vicende tumultuose e gloriose, ma sempre determinanti per i destini dell’intera Europa e che subì la lunga dominazione dell’impero bizantino. Un libro che racconta con toni delicati e malinconici, senza retorica ma con la leggerezza della nostalgia; del resto questo è un tratto dell’anima balcanica, che rivolge lo sguardo alle vicende dolorose del passato con la stessa saggezza con cui si osserva l’acqua di un fiume:
“E così, tra il cielo il fiume e le montagne, una generazione dopo l’altra imparava a non compiangere troppo ciò che la torbida acqua si portava via; ché la vita è un miracolo impenetrabile perché si fa e disfà incessantemente, eppure dura e sta salda, come il Ponte sulla Drina” (I. Andrič, Un ponte sulla Drina). dalla Prefazione di Adele Cilento). Bellissime, di grande originalità e fortemente significative le illustrazioni di Eva Aullman che accompagnano il testo in modo preciso.

 

 

Fiesole. Immagini e Storie di Vita

Sei di Fiesole se...

La sezione curata da Maria Luisa Orlandini, ben sintetizza la storia di Fiesole da un punto di vista artistico, architettonico e sociale. I tanti personaggi che hanno scelto Fiesole per vivere ed esprimere il loro talento, le Ville, le Fondazioni, i Musei, le istituzioni, gli antichi mestieri, i collegamenti viari, la musica, la poesia, il teatro, leggende e tradizioni, le celebrazioni religiose, il passaggio della guerra, sono raccolti in questa prima parte densa di avvenimenti, foto d’epoca provenienti da collezioni private e dall’Archivio del Comune di Fiesole. I tanti splendidi disegni realizzati da Mara Bonciani impreziosiscono l’opera e offrono una visione ampia dei meravigliosi angoli fiesolani. Concorrono alla conoscenza di Fiesole le belle e significative fotografie di Giovanni Casini presenti anche in copertina. I Racconti Fiesolani, nati via internet da ritrovate amicizie e nuovi contatti, scoprono vivissimo il senso di appartenenza nella comunità di Fiesole che ha voluto essere raccontata attraverso la briosa e sensibile scrittura di Andrea Borsotti e affidargli ora il ricordo dei genitori, ora quello dei nonni, o anche qualche fatto o credenza popolare.

 

 

La tana del grillo

Mito e realtà nel Mistero di Etruschi e Templari

di Gismondo Tagliaferri e Luisa Rupi - Introduzione di David Lodesani - Disegni di Maria Luisa Orlandini
Note sull'autore »
Note sull'autore »

 

Fra mito e sogno, passando per la leggenda, si delinea un mondo dove la favola va dal cuore alla mente e costruisce un caldo racconto intessuto nella storia. Nasce così un libro frutto di seri studi, portati avanti con logico spirito di ricerca e anche con senso avventuroso della scoperta. Impreziosito da brillanti disegni e numerose immagini storico-archeologiche evidenzia collegamenti imprevedibili e nuovi scenari per affidare a più livelli voci e visioni nuove che possano sollecitare interesse e indagini utili a proseguire l’opera di ricostruzione avviata appassionatamente dagli Autori. Tra misteri ancora irrisolti, si va dall’aspetto caratteristico degli antichi Etruschi, fino ad una fase più moderna di quegli ‘uomini religiosissimi’, chiamati Etruschi, in un incredibile quadro di continuità storica.

 

 

Al tempo di Firenze Capitale

di Maria Luisa Orlandini e Pier Francesco Listri - Introduzione di Pier Francesco Listri - Prefazione di Eugenio Giani
Note sull'autore »
Note sull'autore »

 

Un'eccezionale cornice storico-politica con documenti d’epoca e bellissimi disegni, anche caricaturali, apparsi su importanti riviste, riproduzioni di manifesti teatrali e di splendidi dipinti, dall’annessione plebiscitaria allo Stato sabaudo del 1860, fino alle vicende immediatamente successive, che fecero di Firenze una capitale provvisoria, ma intesa ad adeguarsi al ruolo ed al livello prestigioso di quelle europee. A impreziosire il valore documentale dell’opera lo straordinario rinvenimento di un diario manoscritto, dal 1869 al 1874, di cronaca cittadina appartenente ad un bibliofilo collezionista, in parte riprodotto, e gli articoli di alcuni giornali dell’epoca Presenti anche parti destinate alla storia “minore”, all’aneddotica, agli umori cittadini; la vita quotidiana a Firenze fra arte e letteratura, politica, commercio, grandi trasformazioni urbanistiche, straordinarie invenzioni, storia e società, usi e tradizioni e qualche immancabile, frizzante “chiacchiera” fiorentina.

 

 

Leggende toscane

di Idilio Dell'Era - Prefazione di Francesco Rossi - Introduzione di Giuseppe Zoppi
Note sull'autore »

 

Una stupenda raccolta di leggende popolari descritte con una narrativa piacevole, spontanea, a tratti divertita, che ricorda personaggi storici e anche figure appartenenti al folclore toscano, miti e misteri del passato, Santi e animali favolosi. Un vero capolavoro giunto alla tredicesima edizione con le sue affascinanti leggende raccolte e scritte da un grande narratore e poeta, da tempo alla ribalta del mondo culturale, uno dei fondatori della celebre e prestigiosa rivista fiorentina Il Frontespizio, e che appartenne al gruppo di grandi letterati come Piero Bargellini, Carlo Betocchi, Giovanni Papini e Mario Luzi. Uno scrittore importante che qui celebra una Toscana struggente di paesaggi e di canti, di tradizioni e poesia del vivere. I vivaci testi sono accompagnati da numerosi disegni di particolare bellezza.

 

 

Da Firenze al mondo

Il milione del XX secolo

di Umberto Graziani e Maria Pia Balzer
Note sull'autore »

 

Un libro-viaggio nel cuore di culture millenarie, in tutti i continenti, attraverso una straordinaria varietà di paesaggi, presenze eccezionali di fauna e flora, insediamenti umani. Luoghi affascinanti, crogiuolo di contraddizioni e contrasti culturali e religiosi, spesso laboratori di una difficile convivenza tra razze diverse, in un racconto stilato giorno per giorno, durante i tanti viaggi fatti, anche in condizioni di estrema difficoltà. La raccolta è avvincente e riporta sensazioni di qualche anno fa in cui era veramente arduo visitare certi Paesi profondamente diversi per abitudini sociali e rigore politico o molto rischioso avventurarsi in percorsi nuovi per documentare un rito tribale o entrare in contatto con il racconto di una leggenda o della Storia meno ufficiale. È questo un del giro del mondo, dai fasti dell’Antica Grecia, la magica Turchia, e tanti altri esaltanti luoghi fino alla transiberiana, alla Cina, alla Birmania, a Capo Nord, che riserva anche la scoperta di testimonianze fiorentine sorprendenti e forti ovunque: ad esempio si può giungere in Australia, a Sidney e trovare la perfetta copia bronzea del nostro Porcellino di Pietro Tacca oppure, in Irlanda, venire a sapere che il Castello di Glin, edificio neo-gotico d’inizio Ottocento, è appartenuto alla Famiglia fiorentina Geraldini.

 

 

Donne dossier

La storia negata

di Flora Gestri Greco
Note sull'autore »

 

Uno studio avvincente e poderoso, fitto di notizie e concetti che portano ad una verità: le “parole delle donne” troppo spesso furono filtrate e diversamente indirizzate dagli istituti del potere religioso, politico e culturale; tutto ciò invano poiché, ancora oggi, emergono, fulgide, nelle loro voci sommerse. La sensibile e rigorosa scrittura di un'altra donna, F. Gestri Greco, va a ricostruire la Storia negata e a ricomporre importanti figure di donne messe a tacere da quella cultura misogina che ha contrassegnato molte epoche. Dati storici incontrovertibili forniscono la drammatica ed esatta dimensione della follia travolgente prodotta dal delirio religioso e dal maschilismo: un vero e proprio dossier sulla condizione della donna in epoche e società diverse, con dati ufficiali, anche di tragica attualità, ed elementi chiarificatori emersi dall’esame di reperti storici e archeologici per gli eventi più antichi. Pittrici, scrittrici, studiose anche di materie scientifiche, furono straordinarie progressiste costrette a muoversi in un clima a loro avverso, fatti salvi pochi casi. Donne in bilico, tra sati e cilicio, burka e farsetto, silenziosamente si dibattono per un sistema paritario con il maschio e che con inesauribile amore, riescono a elaborare, nei secoli, con voce sempre più forte, una strenua difesa verso argomenti a lungo irrisolti come il rifiuto dell’autoritarismo, il rigetto dei ruoli familiari oppressivi e imposti, l’abbattimento della società patriarcale, il diritto al voto e all’istruzione.

 

 

Le stanze delle Variazioni

32 variazioni… per un giallo numerologico avvincente

di Marelba
Note sull'autore »

 

Basta un numero per riassumere tutto il libro: 32. Trentadue sono i capitoli, trentadue sono i pezzi che compongono le Variazioni Golberg di Bach, che costituiscono il sottofondo musicale della vicenda, un sottofondo che non si ode, ma che ci accompagna in questa indagine per scoprire il colpevole di un omicidio avvenuto in un vecchio edificio costituito da trentadue stanze. Un sogno ricorrente e una musica già nota alla protagonista, ancor prima di ascoltarla, sono l’antefatto di una storia intrigante, dove la musica strumentale e l’opera lirica ne sono la colonna sonora.

 

 

Chincaglierie e cianfrusaglie

Rimasugli di poesia

di Stefano Briccanti - Prefazione di Pier Francesco Listri
Note sull'autore »

 

Una raccolta di endecasillabi che è come un congedo ricco di speranza, versi sistemati in una valigia con amorosa e paziente tranquillità, come si fa quando ci si appresta ad un viaggio. Il poeta vi affronta con "parola essenziale" i sentimenti di tutta una vita. Cerca soprattutto scaglie e ricordi di natura, ricorrente l'albero, talvolta piccoli animali, insetti trattati con francescana e laica simpatia e poi luoghi, come la sua terra umbra, di paesi e colline. Infine il percorso attraversa il ricordo di adolescenze, metamorfosi e dolori, anche collettivi, per condurre ai versi di un amore che fu, forse solo supposto. Poesia davvero, di una rara e difficice "non retorica".

 

 

Ci vogliamo divertire!

Storie dal giardino

di Gabriella Cappelli - Illustrazioni di Eleonora Nava
Note sull'autore »

 

Un libro per bambini ambientato nella natura, dal giardino alla pineta, dove tanti animali intessono tra di loro relazioni sentimentali rapportabili a emozioni e a caratterialità umane. Pensieri rimati, interventi che mediano le situazioni o si contrappongono a prevaricazioni, contribuiscono a comporre “il giocattolo poetico” di cui parlava Rodari con le sue filastrocche. Tante storie, accompagnate da disegni vicini all’animo infantile, potranno stimolare la creatività dei bambini e fare loro conoscere animali, piante e cicli della natura. La positività del dialogo e dell’azione dei vari personaggi lascia comprendere quanto importante siano parlare e agire per riequilibrare situazioni difficili e bloccare l’accesso all’ingiustizia. I buoni sentimenti sono il punto fermo del libro che elogia la forza e la correttezza, la cooperazione, il senso profondo dell’amicizia senza frontiere. Anche il sano umorismo viene posto alla ribalta. Così una nonna speciale e i suoi nipotini ci introducono nel loro mondo magico fatto di fantastiche creature: il saggio Nonno Pino, la lesta Bice, il simpatico e furbo Romero, il tenero Spilluccio, il geloso e credulone Re Leccio, la vanitosa Magnolia e tanti altri personaggi che ci dimostreranno quanto è bello e rassicurante poter contare sugli Amici, accogliendoli e rispettandoli anche per le loro diversità. I dialoghi fra gli animali sono divertenti, come anticipa il titolo, e hanno una funzione educativa che risulta ben assolta in ogni dettaglio.

 

 

Toscana segreta

Abbazie, pievi, castelli, paesaggi e foreste incantate, leggende e misteri… tanta buona cucina

di Maria Luisa Orlandini
Note sull'autore »

 

Un libro, affascinante e dinamico, con un repertorio di immagini composto da splendide foto, stampe rare, disegni, che ci accompagnano su per la montagna compresa tra Firenze e Arezzo, partendo dall’Alto Valdarno, alla scoperta di antiche pievi e splendidi coltivi, percorsi intensamente verdi di pascoli e crinali di foreste di abeti e faggi, colline di olivi e vigneti, angoli segreti in una terra cara ai poeti. Il Casentino, abitato fin dall’epoca preistorica, importante centro medievale con i suoi affascinanti castelli è anche punto di riferimento e di accoglienza per la spiritualità come attestano i bellissimi eremi e santuari di Camaldoli e della Verna. Ma anche il mondo pagano brilla di luci avvolgenti per gli antichi miti tramandati e giunti fino a noi. Così anche le credenze popolari con le magiche invocazioni dei guaritori, le leggende e le tante creature fantastiche, come fate, folletti e gnomi, superstizioni, sono raccontati dall’Autrice talvolta anche con qualche tono umoristico. Antichi mestieri e risorse locali d’un tempo, dalle antiche ghiacciaie ai metati, le dure condizioni di vita, sono racchiusi in un percorso di emozioni che in poche decine di chilometri può portare molto, ma molto lontano, tra storia e tradizioni popolari, dagli stornelli ai rituali "magici", fino alle delizie della straordinaria e genuina cucina di questi luoghi. Un dizionarietto dei termini gastronomici toscani, in particolare di quelli appartenenti al territorio preso in esame, contiene anche svariate, appetitose ricette di autentica tradizione.

 

 

L'Italia s'è rotta

Dove vanno banche, risparmiatori e piccole imprese

di Fabio Boscherini e Francesco Tutino
Note sull'autore »

 

Il rapporto tra Banche, Stato e cittadini, che a lungo ha costituito il sistema di regolamentazione economico-finanziaria del mondo occidentale e in particolare dell’Italia, si è definitivamente rotto con disastrose ripercussioni sull’intero sistema economico. Senza un radicale cambiamento dei parametri contrattuali l’infruttuosa comunicazione fra utenti e Istituti di credito continuerà a produrre forti disparità di relazione a totale svantaggio del risparmiatore e di chi abbia necessità di accedere al credito, come le piccole imprese da sempre assi portanti dell’economia italiana. Il protagonista di questo libro si trova coinvolto da tutto ciò e si interroga, smarrito, sul come silenziosamente tante cose siano nel tempo cambiate facendoci comprendere quanto sarebbe utile una mobilitazione cognitiva e risolutiva, soprattutto da parte delle Istituzioni politiche, per salvare l’Italia rotta e corrotta, spezzata tra le attuali imprese in cerca di padrone e i più deboli echi delle innumerevoli piccole strutture produttive che tanto contribuivano, a beneficio di tutti, al gettito fiscale nazionale e alla creazione di milioni di posti di lavoro molti dei quali oggi andati persi. Emerge così anche il profondo disagio provocato dallo scontro tra chi ha sempre creduto e crede in certi valori come la famiglia, il lavoro, l’onestà, la solidarietà, l’etica comportamentale e la realtà attuale nella quale tali valori sono messi in secondo piano dalle troppo diffuse logiche di profitto basate su una serie di fatti e “ragioni” sconosciuti ai più.

 

 

Il Centogambe

... quell'ascesi comune chiamata gioventù

di Stefano Briccanti
Note sull'autore »

dall'Oriente, prescrizioni di vita felice, 100 e uno preziosi aforismi

Un racconto intenso che appartiene alla produzione giovanile di Briccanti ora in una nuova edizione arricchita da aforismi orientali. Il protagonista, come difeso dal poderoso scudo dell’eroe Aiace, che si muove tra i primi desideri alla ricerca di un saggio distacco, che non lo coinvolga nelle passioni, viene iniziato verso un più originale e pacato approccio alla vita fino alla conquista del bel sorriso sereno e ironico dell’Oriente. La copertina del libro ben esprime questa prescrizione di vita felice con l’immagine di un raro Budda con lo scudo, raccolta nelle grotte di Shwebo sul fiume Irrawady nella lontana Birmania. Davvero bella la scelta di riflessioni sull’Assoluto e sulla possibile Illuminazione-Liberazione, proposte in una ricca Appendice che attinge alla conoscenza anche interpretativa di testi sacri di molte religioni orientali: Induismo, Buddismo, Taoismo, oltre ai Vangeli e una ricco insieme di Aforismi Zen.

 

 

Tra paure e speranze

La condizione degli anziani in Toscana, Lazio e Puglia

A cura di Roberto Gambassi
Note sull'autore »

 

La condizione dell’anziano in questo periodo di crisi è analizzata in questo originale testo con un approccio statistico rigoroso e ben documentato e soprattutto senza nessuna retorica. Il campione si concentra sulla situazione attuale in alcune regioni italiane: Toscana, Lazio e Puglia ed è composto da due tipi di quesiti: il primo è teso a ben documentare la condizione attuale e reale dei servizi di supporto alla terza età, l’assetto urbanistico delle metropoli e dei paesi, la sicurezza nei confronti della malavita, l’efficienza del sistema sanitario, l’integrazione nel nucleo familiare allargato, nonché le opportunità di socializzazione con riferimento alle specifiche strutture per anziani. Il secondo tipo di quesiti si concentra invece sulla percezione che l’anziano ha della sua condizione e dei parametri reali precedenti, su quale sia la misura oggettiva di influenza di tale percezione sul reale stato e tenore di vita e sulle leve disponibili per la variazione in senso positivo di tale percezione (capacità di socializzare, livello di interessi e cultura, ad esempio). Questi ultimi dati e gli interessanti risultati prodotti, rendono questa pubblicazione molto originale e ci aprono una nuova chiave di interpretazione della vecchiaia, anche incoraggiante per chi si appresta ad affrontarla, evidentemente con armi anche personali e con un ruolo attivo dei singoli.

La Fondazione Turati, presente sul territorio con strutture di riconosciuto, elevato valore ha deciso di realizzare questa ampia ricerca partendo dall’esperienza maturata sul campo, fino alla definizione di una nuova proposta politica riformista sui grandi problemi dell’Italia di oggi e, più in generale, di una società industriale avanzata. Strumento operativo: il Centro Studi della Turati.

 

 

Diario di un clochard

di Carlo Cocchi
Note sull'autore »

 

Nuovo spazio ai sentimenti spontanei. I periodi di crisi, come quello che stiamo attraversando, aiutano a far emergere nuove potenzialità, non solo razionali, proprio come, dal Secolo dei Lumi, nacque la nuova attenzione all’animo e alle passioni umane del Romanticismo. La pubblicazione di questo breve romanzo deve essere letta soprattutto come un contributo alla ricerca di nuovi spazi di letteratura giovanile, di espressione dell’universo dei sentimenti e delle emozioni dei ragazzi. Ecco quindi un fresco esempio dell‘immediatezza dei 30 anni, che descrive così come essi sono, i sentimenti più veri, quelli che guidano anche con irrefrenabile “non razionalità” la nostra vita, peraltro costellata di dolori incomprensibili alla mente, quale il grande tema della perdita. Diario di un clochard, un’occasione per conoscere i nostri giovani, che spesso vivono sconosciuti insieme a noi e per dare loro attento ascolto.

 

 

La strategy business nello studio notarile

Manuale di sopravvivenza per uno studio professionale

di Enrico Bartolini - A cura di Aldo Sgarano
Note sull'autore »

 

La crisi economico-finanziaria globale sta provocando effetti alquanto pesanti sulla già labile realtà italiana. Tale decadenza, che produce inesorabilmente effetti antieconomici in tutti i settori produttivi, non sta risparmiando gli studi professionali (produttori di servizi) e, in particolare, gli studi notarili da sempre considerati destinati a certezze economiche senza soluzione di continuità. Il manuale “La Strategy Businnes nello studio notarile”, oltre a evidenziare in modo semplice e sintetico alcune tecniche di gestione di accertata efficacia, vuole essenzialmente infondere f ducia agli addetti ai lavori, dalla massima figura professionale a quella più semplice di tipo impiegatizio. Fiducia nelle proprie capacità individuali e nelle possibilità dello Studio di superare la complessa sfida che ha davanti, anche attraverso un ritrovato slancio innovativo, oggi supportato dalla tecnologia informatica avanzata.

 

 

Maria Maddalena e Gesù oggi sposi

La Bibbia Ebraica, il Nuovo Testamento, l’unione di Maria Maddalena e di Gesù, visti da una donna del Terzo Millennio
La cucina dell’Eterno

di Flora Gestri Greco
Note sull'autore »

 

Uno studio ampio e rigoroso, alla ricerca di chiarimenti storici e ideologici, nel quale apparirà evidente il ruolo preponderante, quasi invadente, che la religione, il mito e la filosofia da sempre reclamano, facendo recedere in secondo piano la Storia e la Scienza, a detrimento di quel progresso culturale che potrebbe sconfessare eventi e personaggi prodigiosi tramandati non soltanto dai testi sacri. Importanti reperti archeologici come i “rotoli del Mar Morto” rinvenuti a Qumran, in Palestina, rappresentano documentazioni taciute, a lungo vietate agli Studiosi anche per ragioni politiche.
La straordinaria raccolta di Vangeli e di testi gnostici emersi a Nag Hammadi, nell’alto Egitto, sono stati esclusi dalla raccolta ufficiale del Nuovo Testamento e solo successivamente a una ristretta cerchia di specialisti fu consentito l’esame dei manoscritti, testimonianza di “altre verità su Gesù e i suoi discepoli” che conducono all’unione di Gesù e Maria Maddalena e all’esistenza di fratelli e sorelle di Gesù.
Educazione di genere nella tradizione culturale ebraica e cristiana, il ruolo delle donne, le abitudini alimentari, i costumi sociali, completano il faticoso lavoro dell’Autrice e la difficile ricostruzione dei tanti avvenimenti che si imbattono in contraddizioni, congetture e date che sfuggono ad ogni verifica.

 

 

Il lampredotto salverà l'euro

Gustose ricette di trippe, rigaglie e frattaglie

di Lucia Pugliese
Note sull'autore »

 

Un libro allegro e frizzante con una vasta raccolta di ottime ricette realizzate con il cosiddetto ‘cibo da strada’ e accompagnate da un dinamico umorismo tutto toscano.
Tantissimi appetitosi piatti di trippe e frattaglie affiancati da un vasto ricettario di gustosi contorni, semplici da realizzare, di grande effetto e sapore e da un po’ di storia ufficiale e popolare, da aneddoti, storielle e motti ‘grassocci’, da un modo tradizionale e anche nuovo diproporre in cucina le frattaglie. Ecco che è stato inserito anche un eccezionale ricettario di Luca Cai, cuoco acclamato ovunque, nel mondo, che ci regala i segreti di piatti tradizionali e piatti innovativi.
Metodi di risparmio che non incideranno sul gusto dei vostri piatti: queste ricette sono brevettate con successo e piene di buon sapore e spiegano perché Il lampredotto salverà l’euro sfruttando al meglio cibo prelibato a basso costo e facendo slalom tra aumenti e restrizioni.
Il motto principale è resistere e non scoraggiarsi, agire in cucina e ‘fuori padella’ per ritrovare gli equilibri desiderati e scoprire rapporti di reciprocità e di solidarietà umana.

 

 

Draghi, Streghe e Fantasmi della Toscana

Creature immaginarie, Spettri, Diavoli e Leggende di magia della tradizione toscana

di Matteo Cosimo Cresti - Introduzione di Eugenio Giani
Note sull'autore »

 

Un libro fantastico per scoprire tanti appassionanti racconti che si tramandano di generazione in generazione, da un capo all’altro della Toscana, una delle regioni più ricche di cultura; fiabe e leggende appaiono vivissime nella preziosa Introduzione dovuta a un grande cultore e studioso di storia e tradizioni popolari toscane, Presidente del Consiglio Comunale di Firenze. Suggestivi racconti di draghi, streghe e sortilegi, di serpi mostruose, di diavoli burlati da furbi contadini si intrecciano al forte eco mitologico che interessa la narrativa popolare. Presenti anche fantasmi che custodiscono favolosi tesori e tante creature appartenenti all’immaginario popolare: dalla Capra ferrata alla Chioccia d’oro, dall’ingordo Verdone mangiasassi alla strega Martinazza. Tanti, tantissimi personaggi, immaginati e disegnati da un vero maestro dell’illustrazione, superbamente concepiti e caratterizzati espressivamente con forte abilità interpretativa, animano le bellissime illustrazioni e la poderosa raccolta scritta in modo assolutamente piacevole.
Lasciatevi sedurre dal senso del magico ed immergetevi nelle più emozionanti leggende toscane. Non rinunciate al magico viaggio nella Toscana dei misteri.

 

 

Mille parole tantissimi fatti

di Franco Silvestri
Note sull'autore »

 

Un saggio curato e ben documentato, dell’autore che tanto successo riscosse con il suo bellissimo lavoro “Civiltà del Castagno in Montagna Pistoiese” che qui descrive le principali tappe di un lungo cammino e trae spunto dalle vicende di una Società di Mutuo Soccorso per allargare lo sguardo verso la piccola storia della collettività e scoprire che a Bardalone i valori della solidarietà e della mutualità hanno origini che risalgono alla fine del Settecento. Idealità forti, piccole realtà rurali, gli aspetti sociali etici e morali, le espressioni linguistiche della Montagna Pistoiese. Il volume è impreziosito da un glossario accompagnato dai vivaci disegni di Sara Ferracin, fatto di mille parole d’uso prevalentemente popolare e ironico.

 

 

L’anonima epopea di Yelena, Donna dell’Est

di Stefano Briccanti
Note sull'autore »

 

Un romanzo breve, o un racconto lungo, che per stile e scelta dei temi narrativi rappresenta una novità sulla scena letteraria italiana. Nel cuore di uno sbandierato globalismo effimero, il piccolo, sofferente mondo di una ragazza rimanda alle collettive vicende di popoli, ai vantaggi e agli egoismi del consumismo imperante, al confronto fra mondo marxista e mondo capitalistico. Rinnovato successo di un autore noto alle cronache letterarie con i numerosi e tanto apprezzati volumi pubblicati, sempre di fresca eleganza stilistica, densi di fascino analitico nel presentare i personaggi che ne fanno la storia.

 

 

I Ricoveri dell’Armonia

di Stefano Briccanti
Note sull'autore »

 

Questa splendida raccolta di poesie “… di periodi diversi, … trafigge pensieri ed immagini … Vi sono parti di alta riflessione sul senso della poesia; vi sono rari ma radicali momenti di poesia epico-politica; più spesso a insaporire la malinconia della meditazione sta un’ironia, ora sottesa, ora viva. L’insieme propone una circolazione riflessiva e poetica fra l’esistenziale privato e il cosmico, con una tensione che spinge a coniugare queste due dimensioni”.
Un vero poeta che con un precedente, fortunato libro di poesie, Endeca (Novanta liriche in endecasillabi, di norma scomposti) pubblicato per i tipi di Lucio Pugliese Editore, è risultato vincitore del Fiorino d’Argento al XXVII Premio Internazionale Firenze-Europa.

 

 

Le più belle ricette di Pasticcio

Golosi segreti di torte e tartine dolci, biscotti e gelati

di Lucia Pugliese
Note sull'autore »

 

Un libro “dolcissimo”, che appena aperto fa venire l’acquolina in bocca: 160 ricette tra torte e tartine, biscotti e gelati, dolci e dolcetti di un grande maestro della pasticceria italiana da sempre conteso da Vip, politici e reali. Un manuale pratico nel quale Pasticcio ha raccolto l’esperienza di una vita con tante golose ricette declinate ad uso domestico e spiegate con grande semplicità. Appetitose tartine e gustose pizze, lo spumone alla vaniglia, la bavarese, cenci e frittelline di riso, brillanti coppe di frutta, luccicanti bigné e classiche crostate, tutte squisitezze finissime che potrete realizzare con soddisfazione personale e soprattutto del palato.

 

 

Fate e Folletti della Toscana

Creature magiche, Mostri, Orchi ed altri esseri fantastici delle leggende, delle favole e delle tradizioni toscane

di Matteo Cosimo Cresti - Introduzione di Franco Cardini
Note sull'autore »

 

La Toscana è universalmente conosciuta per il suo immenso patrimonio storico e artistico, per la solare bellezza dei suoi paesaggi, per la sagacia del suo spirito pratico e arguto ed anche per alcune sue tradizioni dal carattere fantastico e ludicamente irrazionale che la rendono terra incline alle leggende, al mistero e alle suggestive credenze popolari.
Da questa cultura (che affonda le sue radici nelle usanze contadine, nelle epopee medievali e nello spirito immaginifico del tardo Rinascimento) deriva un cospicuo ‘bestiario’ di creature fiabesche, di fate, di orchi, di mostri e di folletti che animano il folclore toscano. Da secoli, infatti, si tramandano le proverbiali burle del Linchetto, del Beffardello, del Boccalone e di altri elfi beffardi e dispettosi; così come si racconta che nei boschi delle Apuane vivano uomini giganteschi e pelosi che conoscono i più antichi segreti della pastorizia. Nelle campagne si vocifera di creature schive e temibili come il Gatto Mammone, il Foionco, il Barbantano e la Gatta Ignuda. Da tempo immemorabile le vecchie comari narrano storie sulla Biliorsa, sull’orchessa Cecchina o su Magorte (l’uomo selvaggio che vive sui monti); mentre le nonne toscane mettono in guardia i nipoti da certi esseri tenebrosi, come la Marroca e l’Orcotondo, che stanno in agguato nei torrenti e negli stagni.
Non vi è provincia toscana in cui non si parli di entità fantastiche: le storie sui Lupi Mannari fanno parte della tradizione senese e maremmana, quelle sugli Uomini Selvatici abbondano in Garfagnana e in Lunigiana. La credenza nei folletti è diffusa in Versilia e in Lucchesia mentre i racconti sulle belle Ondine sono tipici del Mugello e della zona di Firenze. E ancora suggestive leggende raccontano di Fate bellissime che si nascondono in grotte segrete sparse su tutto il territorio regionale: dalla Vallata del Serchio alla Val di Cecina, dal Mugello al Casentino, dal Valdarno ai rilievi dell’Amiata.
Con meticolosa cura, l’autore ha qui raccolto, descritto ed illustrato tutti gli esseri magici, protagonisti di fiabe, proverbi, filastrocche e persino di colorite dicerie.
Nello sfogliare queste pagine, scoprirete un aspetto divertente quanto inconsueto della cultura regionale, che arricchisce di un alone poetico e favoloso la tradizione popolare della Toscana.

 

 

Racconti Zen: Verio e i suo fratelli (in Amazzonia)

di Stefano Briccanti
Note sull'autore »

 

… un libro bello e singolare … non è un romanzo, si pone un assunto geniale e smisurato al quale corrisponde un risultato narrativo almeno di eccellente singolarità. Se si dovesse stringere, il suo senso di potrebbe definirlo una riflessione molteplice sull’esistenza … Il segreto profumo dell’opera consiste nell’illuminare i vizi e i vezzi del quotidiano di un senso luminoso e amaro del trascendente. Pochi modelli, se fosse necessario cercarli, si danno nella letteratura contemporanea di un’opera come questa. Forse solo il più acuto, esatto e fantastico Calvino può essere un ragionevole riferimento … al carattere avventuroso e bizzarro della trama: la vita e il suo senso raccontati per schegge ed apologi.

 

 

Toscana e Oriente
Immagini e suggestioni a confronto

Scatti fotografici alla scoperta di architetture, paesaggi, luoghi, culture ed emozioni

di Elena Innocenti e Donella Bertini - Prefazione di Pier Francesco Listri
Note sulle autrici »

 

Tra luoghi segreti, antiche pievi, monasteri, paesaggi, città misteriose, tutte bellezze straordinarie, ordinate e messe a confronto dalle Autrici, si apre un volume originale e appassionato sono cercate affinità tra la Toscana e l’Oriente attraverso un meraviglioso reportage raccontato da Elena Innocenti Un contributo alla conoscenza del singolare patrimonio della nostra Regione e delle meraviglie d’Oriente, un appello per coloro che, nella posizione di incidere sugli aspetti ambientali, culturali e sociali vorranno adoperarsi al buon mantenimento dei beni spirituali e materiali dell’umanità.
Lettura indimenticabile per quel suo finissimo senso di umanità che travalica barriere di lingua e di cultura, corre tra filari di cipressi toscani e culmina nel ricordo struggente della bimba indiana col dito in bocca tra cocci e brocche, di Azzarò, il vecchio, innamorato dell’Italia che guida i turisti con tenero e reverenziale rispetto, i monaci tibetani dall’espressione incredibilmente serena, l’uomo che regala un anello per non essere mai dimenticato.
Tutti alla ricerca dell’immortalità fissata in un ricordo umano vivissimo, un gesto delicato, una foto per sempre.

… un libro fra i più interessanti, utili e complessivamente belli dell’attuale stagione editoriale.

 

 

I mangiarini della miseria

di Andrea Martini e Lucia Pugliese
Note sull'autore »

Note sull'autore »

 

 

Ci siamo divertiti a scrivere il seguito de I Mangiarini di Nonna Laura e a descrivere tradizioni alimentari e gustosissimi piatti poveri toscani utili a superare la crisi e l’arte di riciclare gli avanzi e del non buttar via nulla! 250 ricette sottocosto, Consigli su come pulire e risparmiare soldi salvaguardando l’ambiente. Riutilizzo dei prodotti scaduti, erbe, rimedi naturali e infusi a costo zero. L’aneddotica e la storia di alcuni piatti conditi con il frizzante e arguto spirito toscano completano l’opera assieme alla Storia anche meno ufficiale (dall’introduzione delle posate sulle tavole fiorentine, con Caterina de’ Medici, sino alla Corte di Francia, l’addio di Canapone). Tante le divertenti e fantasiose grida dei venditori di strada d’un tempo, sapido il vocabolario dei termini vernacolari toscani, e pungenti gli epigrammi. Ogni ricetta un modo di dire: Stufato di pelliccia/di molte patate e punta ciccia! - Guelfo non son, né ghibellin m’appello, chi mi dà da mangiare tengo per quello! - Una calda una fredda/che i’ coglion non se n’avvedda. Testimonial del nostro viaggio gastronomico Stenterello, esilarante maschera fiorentina.

 

 

La mente ama

di Alessandro Bertirotti
Note sull'autore »

 

La mente umana non è il mero risultato del funzionamento neurologico cerebrale: il cervello, infatti, è un organo del tutto particolare, la cui funzionalità e il cui sviluppo dipendono sia da fattori endogeno-fisici, sia da fattori esogeno-culturali.
Per questo ogni essere umano è un vero e proprio mistero, anche dal punto di vista evoluzionistico: ecco che neppure la teoria darwiniana spiega le capacità, abilità e competenze cognitive che la mente esprime.
Ciò che la scienza occidentale ha perso di vista è che ogni essere umano è e ragiona in funzione dell’amore. Tutto ciò che gli uomini fanno, implica un lavoro mentale; e la mente opera, descrive e desidera, per lo più sulla base di ragionamenti di tipo affettivo.
In questo libro si scopre cosa accade dentro di noi, nella nostra mente, quando viviamo, quando instauriamo relazioni affettive con ciò che ci circonda, quando incontriamo l’amore – non necessariamente quello di coppia – e perché lo cerchiamo e lo vogliamo incontrare con tutte le nostre forze. Il nostro volere di fondo, quello per cui esistiamo come persone e come società, è un volere ragionevol-mente amoroso.
Il cervello umano contiene le stesse misteriose leggi dell’universo, ed è forse per questo che continua a essere l’oggetto più indagato dalla scienza. Questo libro cerca di svelarci i segreti del nostro ragionamento, come essere umani in quanto tali, per scoprire che le stelle che trapuntano il cielo abitano anche i nostri neuroni.

 

 

L'Officina Radiotelevisiva di Firenze

Realizzato in collaborazione con la Sede Regionale RAI di Firenze

Riproduzione fedele del volume realizzato nel 1969.

Un’opera di notevole pregio architettonico quella della Sede Regionale Rai di Firenze divenuta esempio di raffinatezza tecnica e artistica, di caratura elevata anche nelle moderne concezioni strutturali, di altissimo gusto e funzionalità. La realizzazione della struttura fu affidata nel 1969 ad Architetti di risonanza mondiale che si avvalsero degli interventi di Ditte e Aziende, all’avanguardia quanto le strumentazioni che vennero scelte per raggiungere stadi di eccellenza. Le atmosfere finissime delle gallerie, ponte per raggiungere gli Studi di registrazione, muovono a suggestioni particolari e al ricordo vivissimo della qualità dei più importanti programmi nazionali che vi si registravano e che ancora oggi trovano ragione nelle tante formule che la Sede Regionale continua a proporre insieme a manifestazioni di rilievo e a presenze artistiche e culturali di grande significato.

 

 

Subito Sempre... scatti e scritti

di Donella Bertini e Elena Innocenti
Note sulle autrici »

 

“Subito sempre”, un contrasto da dipanare, un’esplorazione sul tempo, attraverso sei immaginarie conversazioni di fotografie e parole: l’antico tempo sacro si confronta con la percezione del tempo umano, con l’idea del ciclo e delle dimensioni astratte; intanto la prima filosofia sonda con la ragione gli elementi costitutivi della materia: aria, acqua, fuoco, terra; il tempo della vita, miracolo dell’esistenza, scorre attraverso esperienze ed emozioni, dalla nascita, dall’amore, alla forza, alla fatica, al calore; la leggerezza come stile di vita, ma anche strumento di conoscenza, offre le immagini del tempo della poesia; l’avventura dell’introspezione e della “molteplice finzione” del teatro racconta i tempi della mente. L’ultima riflessione, dai labirinti e dai colori del mondo, approda al dolce sorriso della consapevolezza, una chiave di lettura dei nostri “tempi moderni”. Un’originale ricerca, un metodo espressivo inedito e … un tocco di poesia.

 

 

Ipazia

Scenziata massacrata dal clero e le altre

di Flora Gestri Grecoo
Note sull'autore »

 

Un saggio coraggioso con cui l’autrice, studiosa della storia sociale delle donne, dà voce a Ipazia, filosofa, matematica ed astronoma che insegnò ad Alessandria nel IV sec. d. C. Spirito libero, il suo Centro Studi della Biblioteca di Alessandria, la più grande e famosa del mondo antico, fu aperto a tutti, uomini e donne di ogni religione e cultura, senza distinzioni. Fu fatta torturare e assassinare dal patriarca cristiano Cirillo. L’analisi continua con molte altre donne eminenti che ebbero vita tormentata perseguitate dalla Santa Inquisizione o rinchiuse nei monasteri, quest’ultime più fortunate che almeno ebbero l’opportunità di accedere all’istruzione. Amministratrici, biografe, storiche, enciclopediste e musiciste, donne le cui capacità vennero segnate dai confini del sacro, ostacolate dagli istituti del potere e troppo spesso messe a tacere.